Workshop: “COME SI SCRIVE UN PROGETTO PER OTTENERE FINANZIAMENTI” – Corso di Formazione Intensivo in Weekend sulla Scrittura Progettuale (per Principianti)

 

QUANDO: Sabato 21 e Domenica 22 settembre 2013

DOVE: Nave nei Boschi, Prarostino (TO)

PRESENTAZIONE DEL CORSO

・ E’ possibile avere un sostegno con fondi pubblici per l’attività che svolgo o per un obiettivo che voglio perseguire?
・ Quali sono esattamente le fonti di sostegno attive in Italia in questa fase di crisi economica?
・ Quali sono le modalità di presentazione di un progetto?
・ Come si scrive un progetto?
・ Come si scrive un progetto che possa essere approvato?
・ Scrivere progetti è un lavoro?
・ Scrivere progetti per ottenere finanziamenti in tempo “di crisi” può essere una professione “in crisi”?

Queste sono solo alcune delle domande a cui il corso darà risposta.

Si tratta di un percorso formativo sulla progettazione e accompagna i partecipanti all’interno del mondo della scrittura dei progetti, locali ed europei. Il corso è focalizzato sui finanziamenti “a fondo perduto” (così vengono chiamati quelli che non devono essere restituiti), escludendo i finanziamenti a tasso agevolato o anche a tasso 0 (che comunque creano debito).

La necessità di trovare fondi per portare avanti le proprie attività in modo adeguato, coniugata con la forte richiesta della professionalità del progettista, dà origine a questo percorso formativo sul concetto di “progetto” e sull’accrescimento della propria capacità di progettare.

La rapida evoluzione tecnologica, il progressivo apparente moltiplicarsi delle possibilità e opportunità offerte, la frenesia, la velocità, l’ansia del fare, del risultato immediato, il consumismo di massa, l’indifferenza alle problematiche globali e della sostenibilità ambientale, l’attenzione al presente e non al futuro: sono tutti elementi caratteristici di un processo che investe il corpo sociale con forza, con il rischio di una perdita di coscienza e della capacità di realizzare i propri “sogni”. Occorre ritrovare il desiderio di attivare processi di sviluppo “reali”, sulla base delle modalità concrete per conseguire un obiettivo, in un quadro di norme istituzionali e legislative, in un piano strategico del lungo periodo, in un graduale concatenarsi di cause ed effetti che possano alimentare un autentico miglioramento delle propire condizioni di vita.

E’ ampiamente documentato che molti finanziamenti, bandi destinati a supportare lo sviluppo sul nostro territorio, non sono utilizzati pienamente o non lo sono affatto. Ciò significa che le possibilità ci sono, ma non sono utilizzate (o non è appropriata la capacità di utilizzarle). La capacità di progettare, stimolata in questo corso intensivo, rappresenta, quindi, la necessità di definire un linguaggio comune comprensibile e un canale di comunicazione preferenziale tra realtà formali/istituzionali e individuo. In questa direziojne, l’obiettivo principale del percorso sarà definire quali sono gli elementi che contraddistinguono un progetto ben strutturato, ben valutato e finanziato.

DESTINATARI

Il corso è rivolto a tutti i soggetti interessati a sviluppare capacità e competenza nella strutturazione ed elaborazione di progetti, con particolare riferimento a: operatori, dirigenti e funzionari di enti pubblici, società private, titolari di imprese e ditte, operatori di enti no-profit, ricercatori e dottorandi, insegnanti e dirigenti scolastici, consulenti, formatori, neolaureati, scrittori, artisti e gruppi artistici, imprenditori, attivisti politici e culturali, mecenati, investitori e promotori sociali.

IL CURATORE

Il corso è curato dal dott. Gianluca Martinez, Docente di Lettere e Project Manager, con esperienza decennale nell’ideazione, nella stesura e nell’elaborazione di progetti in svariati settori, dal commericiale al no-profit (con una particolare attenzione all’area culturale, sociale ed artistica).

METODI E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEL CORSO

Il percorso intensivo è strutturato in 2 giorni, con 14 ore formative complessive.

L’appuntamento è alle ore 9.30 di sabato, ma, per chi preferisce o per chi viene da lontano, sarà possibile arrivare anche venerdì sera. Sia sabato sia domenica, le lezioni inizieranno alle ore 10.00 e terminano alle ore 18.00, con pausa pranzo dalle 13 alle 15 (6 ore giornaliere).
Durante il weekend sono previste, in più, 2 ore di colloqui individuali con il docente per le eventuali presentazioni di esigenze e casi specifici (dalle ore 19 alle 20 del sabato e della domenica).

Il piano didattico prevede lezioni frontali alternate a lavori individuali e di gruppo o sottogruppi, con la possibilità di attuare un piano di lavoro personalizzato nei 3 mesi successivi al corso.

Accanto ai momenti di analisi e studio degli argomenti di interesse comune, in più, si tratta di ricercare, focalizzare e approfondire gli specifici interessi e le attitudini di ognuno, dando valore all’unicità dell’individuo e sollecitando processi di sinergia. Per tutelare l’efficacia dell’intervento formativo, il corso si fonda sulla scelta metodologica di creare un gruppo limitato di partecipanti, per poter seguire individualmente le persone, invece di ammassare, come accade solitamente in questo tipo di corsi, decine e decine di persone per accumulare entrate. Esistono, infatti, numerosi corsi professionali nell’ambito dell’organizzazione e della progettazione, ma è facilmente dimostrabile quanto essi rischino di diventare superficiali, teorici o frutto di intenti di marketing più che di intenti culturali.

Si tratta, quindi, di determinare un setting sinergico di apprendimento, fondato non solo sulla didattica tradizionale, incentrata sulla lezione frontale, ma soprattutto sulla didattica empirica, incentrata sull’esperienza diretta più che sul solo passaggio di informazioni teoriche. Il contesto è non formale e la scelta di svolgere il corso in un luogo isolato nella natura rispecchia la volontà di immergersi e concentrarsi senza distrazioni nel lavoro formativo sulle tecniche del project management.

Al termine del corso verrà rilasciato ai partecipanti un Attestato di Partecipazione.

PROGRAMMA SINTETICO DEL CORSO

Sabato 25 maggio 2013 – inizio ore 10.00:

  • Introduzione generale alla progettazione
  • La ricerca dfi un Bando
  • La “mappa” dei finanziamenti disponibili
  • L’interpretazione dei Bandi
  • Spese ammissibili e spese non ammissibili
  • Il cofinanziamento
  • Istanze e strategie
  • La conoscenza del contesto di riferimento
  • La redazione di un progetto
  • I metodi valutativi e i metodi autovalutativi

Domenica 26 maggio 2013 – inizio ore 10.00:

  • Introduzione al lavoro d’equipe
  • La partnershp
  • La suddivisione di un Progetto
  • Aspetti economici: il piano di fattibilità e business plan
  • Aspetti economici: preventivi, budget e rendicontazioni
  • La stesura (esercitazioni operative)
  • Introduzione alle azioni internazionali

LUOGO

Il corso si svolgerà a Prarostino (TO), presso la Nave nei Boschi, nella sede operativa dell’Associaziopne eCOESITERE, in un luogo di concentrazione nella natura, alla confluenza di Val Pellice e Val Chisone (vicino a Pinerolo).

COSTO E MODALITÀ D’ISCRIZIONE

Il corso si terrà solo al raggiungimento di un numero minimo di almeno 7 partecipanti, con il limite massimo di 12 partecipanti.

Iscrizioni aperte fino a esaurimento posti disponibili, con acconto di 50€ all’atto dell’iscrizione e saldo in contanti o assegno il primo giorno del corso.

3 possibili Formule di partecipazione:

€ 320,00 – con pranzo del sabato e pranzo della domenica

€ 360,00 – con pranzo, cena e pernottamento del sabato (in camere da 2 a 4 posti letto) + colazione e pranzo della domenica

€ 380,00 – con pernottamento da venerdì + colazione pranzo, cena e pernottamento del sabato + colazione e pranzo della domenica
+ 13,00 € di tessera associativa

Per iscrizioni e informazioni:

Gianluca Martinez

+39 389 4854020

+39 347 8762534

martinez.gianluca@gmail.com